XV Sangiovese Tour - 17/18 settembre 2011

Non è un luogo comune che in Romagna le decisioni si prendono a tavola, è lì che è nato il tour del Ravenna Chapter, davanti ad un piatto di tagliatelle fumanti e ad un Sangiovese. Ispirati da questi profumi ricchi ed intensi, perché allora non partire alla scoperta dei paesaggi, delle atmosfere e dei sapori di una terra ai più sconosciuta, attraverso le strade che portano su crinali dalle viste inaspettate, dove, da lontano, si può ammirare l’orizzonte del mare.
Settembre: quando il caos vacanziero e rivierasco si placa, ma i colori dell’estate sono ancora pieni, è il momento migliore per far correre i nostri ferri ed è questo l’appuntamento che da 15 anni il Sangiovese Tour dà a tutti i nostri fratelli biker.
17 settembre, partenza dalla concessionaria Harley-Davidson di Ravenna.
Quest’anno 13 Chapter hanno voluto essere con noi e condividere la nostra strada. E questo è stato un grande onore per il Ravenna Chapter: (in rigoroso ordine alfabetico) Alba, Bergamo, Bologna, Brescia, Chianti, Civitanova, Firenze, Mantova, Perugia, Pordenone, Quattromori, Riccione e Treviso.
E allora via verso le colline romagnole, dove se hai sete e chiedi acqua, ti danno vino. Le tortuose strade di campagna ci portano alla prima tappa, le Terme di Riolo, immerse in uno stupendo parco, per una sosta ristoratrice, apparecchiata impeccabilmente dall’Agriturismo “Il Gualdo di Sotto”, con, tra le altre cose, la famosa “brazadela” da inzuppare nell'Albana dolce.
DSCN4684
Poi di nuovo in sella, in un’altra valle, verso Brisighella, la perla delle colline faentine, che ci accoglie con banchi imbanditi di ogni ben di Dio lungo la famosa via degli Asini, una strada sopraelevata posta sulle botteghe artigiane fronteggianti la piazza principale. Tra archi, scalini e pietre antiche, in un’atmosfera che ci ricorda le famose feste medievali, la Tenuta “Borgo dei Laghi” ci ha fatto scoprire abbinamenti inaspettati e prodotti unici come miele, dolci, formaggi, salumi, vini e i tipici carciofini selvatici, i “moretti” serviti con il profumato olio di Brisighella DOP.

Una meritata sosta che prelude ad una serata di festa, con cena e balli fino a tarda notte, nella cornice da favola della Locanda “La Cavallina”, con vista mozzafiato sulla vallata del Lamone.
Il giorno dopo, in una domenica calda e soleggiata, si riparte per un pranzo itinerante: una tappa, una portata.
Su per Modigliana, abbandoniamo la provincia di Ravenna e entriamo nelle terre forlivesi, nella valle del Rabbi, a Predappio, presso la famosa Tenuta “La Pandolfa”, dove, immersi nel ricco giardino all’italiana della splendida villa settecentesca che fu dei Marchesi Albicini, gustiamo l’aperitivo, tra affettati, formaggi e diverse qualità impareggiabili di vino.
Il viaggio riprende, in un lungo serpentone rombante di Harley, verso la medievale Bertinoro, dove ormai è l’ora di pranzo. In un poggio sovrastante l’antica via Emilia, ci accoglie la “Fattoria Paradiso”, già Castello Ugarte Lovatelli, meta da oltre un secolo di tanti personaggi famosi e sede di una cantina che ha prodotto vini pluripremiati nel mondo.
Manca il dessert. Si riparte verso S.Tomè, tra i filari della campagna a nord della via Emilia, dove incontriamo, nella sua storica cantina, il conte Guarini, che ci accoglie con dolci e vini tipici. Tra la villa del ‘700 e i ruderi dell’antico castello quattrocentesco, con un bicchiere di un sublime albana in mano, si conclude il nostro viaggio.
Ricorderemo sempre i volti sorridenti dei quasi 250 amici che ci hanno fatto l’onore di partecipare al fantastico XV Sangiovese Tour 2011, lungo il bellissimo itinerario scelto dai nostri impareggiabili e impeccabili road-capitan, che hanno guidato questo immenso gruppo sulle strade del Sangiovese.